Io


Come fa una mamma a trovare il tempo di curare un blog di cucina conciliando bimbo, faccende domestiche e lavoro? Semplice! non ho un lavoro o meglio non ce l'ho più...

Laurea con lode in design, dieci anni di esperienza nel settore ma sono a casa, perché? Perché quando sei all'università e devi aiutare i professori a preparare dispense e lezioni sei un genio, quando devi fare uno stage sei bravissima, quando cominci a lavorare a progetto sei discreta, quando ti devono assumere sei mediocre e quando diventi mamma improvvisamente sei una mentecatta povera disperata meglio perderla che trovarla.
A dire il vero io mi sono licenziata prima di rimanere incinta perché lavoravo in una specie di lager che non avrei potuto sopportare con un pancione, mi sarebbe ribollito il liquido amniotico dal nervoso, quindi ho fatto la scelta più ardita della mia vita (ancora più di andare a convivere col mio attuale marito dopo che ci frequentavamo da sei mesi) perché ho lasciato un posto di lavoro a tempo indeterminato di questi tempi...vabbé due cuori e una capanna, anzi tre cuori!



Attualmente il mio capo è alto circa 80 cm, gira per casa urlando, ha compromesso il mio amatissimo arredamento shabby con ingombranti aggeggi dai colori sgargianti che fanno a cazzotti tra di loro e ha il vizio di farla tra il primo e il secondo facendo dei versi che neanche in sala travaglio e lasciando una scia non indifferente...ma nonostante ciò è sempre meglio del capo precedente...anzi è adorabile!

Dopo che mi sono goduta le ferie che non mi sono mai state concesse al lavoro, dopo che mi sono goduta la gravidanza e il primo anno di vita del mio bimbo attimo per attimo, dopo che ho aggiornato il cv e dopo averlo spedito ai quattro venti non mi resta che aspettare...ma cosa fare nel frattempo? corsi di arredamento? fatto, corsi di lingua? fatto... e ora? panico!....per carità, di cose da fare in casa ce n'è sempre, però...

"un blog di cucina! Magari per bimbi!!" spara mio marito in una sera di sconforto
"eh?!!?ma figurati!" dovete sapere che io sono la persona meno social che possiate immaginare, sono una delle tre persone al mondo senza facebook, non so neanche come si chiama il mio vicino di casa, il mio motto è:"chi si fa i fatti suoi campa cent'anni" e mio marito mi propone di fare la blogger?!!Si sarà accorto di aver sposato un orso che neanche il coinquilino di Masha (scusate la metafora ma ormai sono assuefatta)?
"perchè no? sei brava ai fornelli, fai finta di avere un diario e una sorta di archivio con foto dei tuoi piatti!"... le parole diario e archivio mi fanno stare già meglio rispetto a post, link, chat, tweet che mi mettono agitazione, così mi sono lasciata convincere, proviamoci, ed eccomi qua! La blogger meno social del web!!

A proposito...piacere Gaia


Non sono consentiti nuovi commenti.